Domenica 29 ottobre 2023

Castelnuovo Berardenga (SI)



Incastonato tra le fertili colline del Chianti e l’incredibile paesaggio delle crete, il vasto territorio comunale di Castelnuovo Berardenga circonda Siena a Nord e ad Est. Il paesaggio è quello delle colline che separano il primo tratto della valle dell’Ombrone da quella del suo affluente Arbia, che in alcuni tratti segna il limite amministrativo. Territorio di antico insediamento, la Berardenga prende il suo nome dal nobile Berardo di stirpe franca, vissuto nella seconda meta del X secolo e discendente da quel Guinigi da Lucca che, tra l’867 e l’881, era stato Conte di Siena. Fin dalla metà del XII secolo, Siena cominciò a esercitare un sempre più stretto controllo sul territorio della Berardenga. Un secolo dopo, la maggior parte dei castelli era inserita nell’amministrazione senese. Le numerose chiesette romaniche, sparse nel territorio, ricordano il grande sviluppo economico e demografico registrato nel XII e XIII secolo. Uno dei fatti che più colpisce, della sua storia medioevale, è il numero elevatissimo di castelli. Fra i tanti, merita menzione quello di Montalto, posseduto dai Berardenghi fin dal secolo IX. Le testimonianze insediative del medioevo non si limitano soltanto alle chiese, ai monasteri e ai castelli ma accanto a queste costruzioni di impianto guerresco o religioso, sorsero ville fortificate e case signorili che precludevano all’incipiente rinascimento.

PERCORSO

Escursione in una zona ad elevata vocazione olivicola, ricompresa tra emergenze architettoniche e paesaggistiche, ville fattoria rappresentative del sistema caratteristico del tessuto sociale ed economico chiantigiano proposto per la candidatura a patrimonio Unesco. Durante l’escursione avremo la possibilità di incontrare un produttore del territorio che ci racconterà l’azienda ed i prodotti, con particolare riferimento all’olio extravergine di oliva e, qualora ve ne fosse la possibilità, ci consentirà di fare un assaggio dell’olio “novo” fresco di frangitura.

La partecipazione prevede la sottoscrizione di una polizza assicurativa giornaliera al costo di € 5,00 (non richiesta per gli iscritti alle associazioni FIE o Federtrek).

Sarà illustrato il nuovo Museo del Paesaggio di Castelnuovo Berardenga, oggetto di completa riqualificazione e rinnovamento multimediale. Il museo illustra ampiamente il territorio caratterizzato dalla coltivazione dell’olivo, racconta i metodi di coltivazione tradizionali, mostra gli attrezzi e presenta i sapori.

Camminata tra gli ulivi: da Chieci a Scopeto, nel segno dell’Oro Verde del Chianti.

Luoghi di interesse: Chieci, Misciano, Borgo Scopeto

PROGRAMMA NEL DETTAGLIO

Ritrovo dalle 8:15 in località Corsignano, lungo la SP102 direzione Vagliagli.
Parcheggio Loc. Corsignano: i posti auto si possono ricavare su tutto il tratto di strada provinciale compreso tra i cassonetti e il bivio per la fattoria di Corsignano; in corrispondenza di quest’ultimo bivio ci sono spazi lungo il vigneto. Allego immagine con evidenziato tutto il tratto di strada e il tratto lungo il vigneto e di seguito inserisco le coordinate del punto dove possiamo fissare il ritrovo: https://maps.app.goo.gl/4dYJA1TWsTntJvjk6

L’evento è organizzato dall’Associazione Camminando a Quercegrossa e dal Gruppo Escursionisti Berardenga

Itinerario

 Tempo di percorrenza: 4h 30min
 Lunghezza del percorso: Lunghezza km 12,5 Dislivello positivo complessivo m 385 Quota minima slm m325 Quota massima slm m 445
 Difficoltà: Media
 Luogo di partenza: Località Corsignano, lungo la SP102 direzione Vagliagli
 Orario di partenza: 8.15
 Info: alessandro.scali@comune.castelnuovo.si.it
 Telefono: 0577 351302 340 8283277

Cerca la città dell'Olio
che partecipa alla
Giornata nazionale della Camminata tra gli Olivi