Domenica 25 ottobre 2020
in 56 città dell'olio italiane

Castel Ritaldi (PG)



Comune di Castel Ritaldi è al margine sud-occidentale della Valle Umbra, sulle pendici settentrionali dei Monti Martani. l territorio del Comune di Castel Ritaldi è almargine sud-occidentale della Valle Umbra, sulle pendici settentrionali dei Monti Martani; copre una superficie di 22,50 Kmq e conta circa 3000 abitanti: i casterritaldesi. Comprende le frazioni di Bruna, Castel S.Giovanni, Colle del Marchese, Mercatello e orregrosso. La cittadina è un fiorente centro agricolo.I corsi d’acqua del territorio di Castel Ritaldiidrogeograficamente sono tributari del fiume Topino. Lungo il corso d’acqua del Ruicciano affiorano fenomeni di erosione della marnoso arenacea, ed anche iniziali forme di calanchi nelle argille. Lungo il Ruicciano esistono mulini, non più funzionanti che sfruttavano il corso d’acqua.
La coltivazione dell’olivo si insedia sulle colline marnoso-arenacee e argillose. Le varietà principali coltivate dell’olivo sono il moraiolo, il leccino, il frantoiano, il S. Felice, riportati secondo la percentuale di coltivazione.

INFO PERCORSO 

La camminata , supportata dall’Associazione “ Castel Ritaldi cammina” ci permetterà di scoprire l’affascinante borgo di Castel Ritaldi ,situato sulle colline umbre tra Spoleto, Montefalco,e i Monti Martani. Partiremo dalla piazza del Comune dove si erge l’edificio del potere civile. Entreremo all’interno del castello dove, nell’agosto 1498 ,soggiorno’, per alcuni giorni,la seducente ed intelligente, Lucrezia Borgia, in quegli anni reggente di Spoleto , e Foligno  delle loro contee. Entrando per la porta d’ingresso al castello, dove si innalza l’antica residenza del castellano e del corpo di guardia, con tettoia e loggia del XV secolo, ammireremo la chiesa di Santa Marina che ospita un bellissimo fonte battesimale e pregiati affreschi, tra i quali spicca la Madonna del Soccorso, attribuita al pittore Nicolò di Liberatore detto l’Alunno. Proseguiremo poi la visita con la chiesa di San Nicola, luogo in cui gli appartenenti all’omonima confraternita si riunivano e dove apprezzeremo gli importanti affreschi attribuiti al pittore montefalchese  Francesco Melanzio. Uscendo dalle mura del castello i nostri occhi verranno rapiti da un panorama mozzafiato, che si affaccia su tutta la vallata, proseguiremo in mezzo a dei suggestivi oliveti nel quale potremmo assaporare tutto il profumo della nostra amata Umbria . Toccheremo con mano le varie cultivar autoctone delle colline di Castel Ritaldi, fino ad attraversare il campo sperimentale unico nel suo genere in Italia attivo fino a qualche anno fa’, e contraddistinto da circa 200 cultivar e da diversi tipi di allevamento di olivo. Proseguiremo verso la fine della camminata direzione Piazza del Comune. Durante tutto il tragitto saremo accompagnati da volontari che ci daranno cenni storici e paesaggistici.

Itinerario

 Tempo di percorrenza: 2 h
 Difficoltà: Media
 Luogo di partenza: Piazza Santa Marina
 Orario di partenza: 9.00
 Telefono: 3455845529

Cerca la città dell'Olio
che partecipa alla
Giornata nazionale della Camminata tra gli Olivi