Domenica 30 ottobre 2022

Sant’Elia Fiumerapido (FR)


Sant’Elia Fiumerapido è un comune italiano di 6.283 abitanti della provincia di Frosinone nel Lazio, è posto a ridosso della città di Cassino e confinante con i comuni di Cassino, Terelle, Belmonte Castello, Villa Latina, San Biagio Saracinisco, Vallerotonda, Cervaro.

Ha una superficie di oltre 41 KM2, il territorio, costituito da un centro e tre frazioni (Valleluce, Olivella e Portella) è variegato e si sviluppa tra un’altezza che varia tra i 60 e circa 1000 metri di altitudine. Gli uliveti, costituiti da leccino, frantoio e moraiolo, sono situati nelle zone collinari con altitudine che varia tra i 200-250m e 500m circa, più precisamente la vasta fascia di territorio che si estende tra la frazioni di Portella e  Valleluce, passando nel territorio a ridosso del centro del paese.     

La coltivazione di ulivi a Sant’Elia ha origini millenarie, le prime testimonianze si hanno in epoca Sannitica (V sec AC) e Romana. Un ulteriore impulso alla coltivazione dell’olivo nelle nostre zone ci fu nell’800 sotto lo Stato Pontificio. Grazie alla posizione geo-climatica il territorio di Sant’Elia Fiumerapido, offre un patrimonio olivicolo di grande interesse sia per la quantità sia per la qualità dell’olio derivante dalla coltivazione stessa. I Santeliani hanno una dedizione particolare per la coltivazione degli uliveti: infatti, si tramanda di generazione in generazione ed è fiorente la produzione che ne deriva. Per la maggior parte si tratta di olivi secolari dislocati nelle zone collinari del territorio comunale.  Di conseguenza, sono numerosi i frantoi presenti sul territorio comunale la cui gestione per alcuni, si è tramandata di padre in figlio e che, in virtù della abbondante produzione, garantiscono la lavorazione dal mese di ottobre fino ad ultimazione della raccolta.

PERCORSO

In via di definizione

Itinerario

Cerca la città dell'Olio
che partecipa alla
Giornata nazionale della Camminata tra gli Olivi