Domenica 28 ottobre 2018
in 120 città dell'olio italiane

Rosignano Marittimo (LI)



Rosignano Marittimo, capoluogo di sette frazioni, si trova al centro di una costa ricca di aspetti naturalistici mediterranei, che tanti pittori macchiaioli hanno immortalato. Gli Etruschi ne fecero un porto commerciale, mentre i romani vi venivano in vacanza e oggi Rosignano ha ottime strutture ricettive adatte a tutte le esigenze. Scogliere e piccole cale, arenili sabbiosi, pinete: questi sono i panorami di questo tratto di costa toscana. Altri centri sono a poca distanza: Rosignano S., centro economico con il nuovo porto turistico, Vada con le sue spiagge bianche e antico porto etrusco e luogo di vacanza in epoca romana, i deliziosi centri collinari di Gabbro, Castelnuovo M.dia, Nibbiaia ed infine, Rosignano M.mo con il suo imponente castello ed il centro storico, dove si trova l’importante Museo Archeologico.Nell’entroterra si scoprono borghi medievali rimasti intatti, paesaggi e spaccati di campagna largamente coltivata e tipicamente toscana, dove le tradizioni sopravvivono e la cucina offre ottimi piatti arricchiti da buon olio e buon vino. I sentieri guidati delle pinete e dei parchi sono perfetti per gli amanti del trekking e della bicicletta.

INFO PERCORSO

Il percorso della Seconda Giornata Nazionale “Camminata tra gli olivi” nelle olivete storiche di Rosignano Marittimo, si sviluppa nei dintorni dell’abitato di Rosignano Marittimo. Il paesaggio olivicolo che circonda il paese annovera esemplari senescenti, ricordati (indirettamente) per il colore verde grigio delle loro chiome nei versi di un anonimo poeta di inizio Novecento: 

Ermo fra i campi ondiferi di grano,

tra il verde bigio delle sue chiudende,

su un’etrusca collina è Rosignano. 

Se nessuna testimonianza archeologica supporta l’ipotesi di un’origine etrusca (ma neanche romana) di Rosignano Marittimo, che risale invece all’epoca altomedievale, è assolutamente certo che le olivete caratterizzassero fin da quest’epoca il paesaggio circostante il Castello.

Durante la camminata, inizialmente in discesa fino a raggiungere un’antica fonte, saliremo lungo una strada sterrata, ed entreremo nel Parco dei Poggetti, dove potranno essere ammirati olivi secolari ancora cinti in chiudende murate. Altri “segni storici” del paesaggio rurale che rimandano ad epoche lontane sono rappresentati dal sito in cui sorgeva il castello di Cuccaro (o Montecuccoli), oggi scomparso, ubicato anch’esso all’interno del Parco dei Poggetti (Il sito in questione si trova alla quota massima raggiunta durante l’escursione: 160 m s.l.m. ). La discesa tocca la stretta Valle dei Goracci, che separa il colle orientale su cui si ergeva il suddetto castello e il colle occidentale dove è presente il Castello di Rosignano Marittimo. Nella valle è possibile vedere un interessante sistema di uso “plurimo” delle acque che scaturiscono dalla roccia calcarea presente in zona. Tali acque furono captate in passato per alimentare la fonte pubblica, che rappresentava la principale risorsa per l’approvvigionamento idrico del Castello e del borgo, e gli annessi lavatoi.  Una seconda, antica fonte, detta del “Latte o di S. Agata”, era ubicata poco più a valle.  Restituite al Botro dei Goracci, le acque alimentavano le “ritrecini” di tre mulini in cascata già presenti nel XVIII secolo.  A monte del sistema idraulico sopra descritto risale la costruzione ottocentesca dei macelli pubblici.

Dopo aver visitato i resti del mulino e la fontina dei Goracci, dopo un breve tratto di strada asfaltata, entriamo in una chiudenda attraverso una breccia aperta nel muro, dopo sarà possibile ammirare esemplari di una vecchia oliveta. Alla fine del percorso, attraverso una strada poderale, dove sono presenti esemplari storici di olivi raggiungeremo l’agriturismo “Podere Orzalesi”, dove sarà organizzata una degustazione di pane, olio e prodotti tipici dell’azienda e del territorio.

Ad accompagnare i partecipanti alla “Camminata” saranno presenti la Dott.ssa Edina Regoli, Direttrice del Museo Civico Archeologico del Comune di Rosignano Marittimo e il Dott. Roberto Branchetti, Agronomo ed esperto conoscitore del nostro territorio, che soddisferanno le varie domande e le curiosità delle persone aderenti all’iniziativa.

Itinerario

 Tempo di percorrenza: 4h
 Lunghezza del percorso: 4km
 Difficoltà: Media
 Luogo di partenza: Area parcheggio dell’agriturismo “Podere Orzalesi”, loc. Orzalesi n. 30
 Orario di partenza: 9.00
 Info: s.ciompi@comune.rosignano.livorno.it
 Telefono: 0586 724506

In questa città trovi

 Produttori di olio: 38
 Aziende olivicole: 38
 Frantoi: 6
 Eventi dedicati all'olio:

In estate: “Mangia in Giro”, che tocca tutte le frazioni del Comune (Foodies Festival con prodotti street food, a Castiglioncello, “De’ Pizza festival” a Vada, “Cacciucco senza trucco” a Rosignano Solvay, “Non si frigge con l’acqua” a Rosignano Marittimo e “A Maggio c’. il Formaggio” a Castelnuovo M.dia), numerose sagre (del frate, del galletto, del crostino, del cinghiale, del pane e della pastasciutta, dello stoccafisso ), la “Festa del Pesce”, la “Festa del senza glutine”. In ottobre-novembre si svolge la manifestazione “VerdeOro Olio d’Oliva e Dintorni”, nell’ambito della quale sono previste cene tematiche, stand produttori locali ed esteri; nell’edizione 2017 si è tenuto il Campionato del Mondo di Bruschetta ed il Palio dei Frantoi.


 Ricetta tipica a base di olio EVO:

Bruschetta


Cerca la città dell'Olio
che partecipa alla
Giornata nazionale della Camminata tra gli Olivi