Domenica 29 ottobre 2017
in 119 città dell'olio italiane

Corato (BA)



Corato è un comune italiano di 48.424 abitanti collocata nel territorio d’area vasta della città metropolitana di Bari, in Puglia. Il territorio comunale, con una superficie di 167,73km², si estende sulle pendici orientali delle Murge, nel cuore della Puglia Imperiale, terra privilegiata dall’Imperatore Federico II di Svevia, a un’altitudine di 232 mt sul livello del mare ed insiste nel perimetro del Parco Nazionale dell’Alta Murgia. Basta spostarsi appena fuori le mura per ritrovarsi in sintonia con la natura dapprima con oliveti, vigneti e campi seminativi, poi con l’ambiente carsico dell’Alta Murgia. Il territorio circostante è, infatti, uno dei luoghi in Italia con la maggior estensione di vegetazione spontanea: tra cui, arbusti, cardi, asfodeli, muschi, licheni, piante aromatiche, ed orchidee selvatiche. Qui ambiente e sostenibilità hanno un legame indissolubile da quando il territorio è diventato Parco Nazionale e oggi gode della Carta del Turismo Sostenibile. Corato, città dell’Ulivo e del Dolmen, è oggi il territorio delle eccellenze nel comparto agro-alimentare, con il polo cerealicolo tra i più grandi d’Europa, con i vini di qualità, con i pastifici, con il pregiato olio d’oliva e con i prodotti caseari.

INFO PERCORSO

La realizzazione della Prima Giornata Nazionale Camminata tra gli olivi sarà curata dal Comune di Corato in collaborazione con la Società Cooperativa Sistema Museo della Città e del Territorio. Guidati da esperti conoscitori del territorio e coordinati dagli operatori locali della Società Cooperativa Sistema Museo, la passeggiata si snoderà attraverso vari scorci di paesaggio olivetato coratino con soste presso luoghi storici e di culto.

Prima tappa: ore 8,30 – Incontro presso il Museo della Città e del Territorio di Corato, allestito in Via Trilussa 10, presso l’ex carcere della città risalente agli inizi del Novecento. Visita alla mostra di oggetti tradizionali e da lavoro del secolo scorso utilizzati nelle attività agricolo-pastorali e degustazione della “colazione murgiana”. Trasferimento con auto propria o con autobus comunale, con prenotazione al momento dell’iscrizione (per chi è sfornito di auto propria).

Seconda tappa: ore 9,30 – Incontro presso il parcheggio antistante Altasfera Cash and Carry Via Santa Lucia, inizio camminata tra gli olivi e sosta in terreno di proprietà privata, per ammirare “Il gigante di Corato”, olivo secolare di grandi dimensioni e dalla chioma generosa, considerato progenitore della pregiata “Cultivar Coratina o racioppa di Corato” . Pare non siano stati fatti studi scientifici per accertarne la datazione in maniera del tutto precisa, ma non si sbaglia a dire che è stato piantato circa 500-600 anni fa. La sua produzione è stimata in circa 200 kg di olive, un prodotto pregiatissimo in virtù del suo grande valore culturale, che non può essere paragonato a quello di altri ulivi molto più giovani di lui. Pare che gli ulivi che producono la coratina non esistessero nelle nostre zone fino a prima delle crociate. Ad importare a Corato le prime piante dall’oriente furono alcuni monaci. Loro stessi, com’era d’uso per gli ordini religiosi, si presero cura degli alberi, sviluppandone e perfezionandone la resa. L’esistenza di un esemplare così grande in terra di Bari testimonia, se ci fossero ancora dubbi, la presenza di alberi monumentali nell’intero territorio della regione Puglia.

Terza tappa: Sosta presso la piccola Chiesa di Santa Lucia. La chiesa, ubicata nei pressi della Via Appia Traiana, la grande strada romana di età imperiale completata nel 109 d.C., che collegava Roma con l’Adriatico, è una chiesa  molto antica. L’edifico presenta un impianto a croce commissa, cioè ad aula unica longitudinale con transetto sul fondo, dove è affrescato un dipinto cinquecentesco raffigurante Santa Lucia, modificato nel corso del Settecento. Il portale con timpano spezzato presenta un  piccolo campanile a vela. L’intera struttura, dopo un lungo periodo di abbandono, è oggi nuovamente aperta al culto in occasione della festività di S. Lucia.

Quarta tappa: Cantina Sociale Terra Maiorum, Via Castel del Monte n.184. La Cantina Sociale nasce nel 1875 dalla passione per la vitivinicoltura e l’olivicoltura e risulta essere unico esempio esistente e funzionante di opificio ottocentesco. Degustazione olio e prodotti locali.

L’autobus accompagnerà i partecipanti al parcheggio di Altasfera per riprendere le auto o presso il Museo.

Scarica qui la locandina

Itinerario

 Tempo di percorrenza: 2h 30min
 Lunghezza del percorso: 5km
 Difficoltà: Facile
 Luogo di partenza: Museo della Città e del Territorio, Via Trilussa n.10
 Orario di partenza: 8.30
 Info: suap@comune.corato.ba.it
 Telefono: 080 9592326

Cerca la città dell'Olio
che partecipa alla
Giornata nazionale della Camminata tra gli Olivi