Domenica 29 ottobre 2017
in 119 città dell'olio italiane

Rosignano Marittimo (LI)



Rosignano Marittimo, capoluogo di sette frazioni, si trova al centro di una costa ricca di aspetti naturalistici mediterranei, che tanti pittori macchiaioli hanno immortalato. Gli Etruschi ne fecero un porto commerciale, mentre i romani vi venivano in vacanza e oggi Rosignano ha ottime strutture ricettive adatte a tutte le esigenze. Scogliere e piccole cale, arenili sabbiosi, pinete: questi sono i panorami di questo tratto di costa toscana. Altri centri sono a poca distanza: Rosignano S., centro economico con il nuovo porto turistico, Vada con le sue spiagge bianche e antico porto etrusco e luogo di vacanza in epoca romana, i deliziosi centri collinari di Gabbro, Castelnuovo M.dia, Nibbiaia ed infine, Rosignano M.mo con il suo imponente castello ed il centro storico, dove si trova l’importante Museo Archeologico.Nell’entroterra si scoprono borghi medievali rimasti intatti, paesaggi e spaccati di campagna largamente coltivata e tipicamente toscana, dove le tradizioni sopravvivono e la cucina offre ottimi piatti arricchiti da buon olio e buon vino. I sentieri guidati delle pinete e dei parchi sono perfetti per gli amanti del trekking e della bicicletta.

INFO PERCORSO

Il percorso si sviluppa nei dintorni della frazione di Gabbro, dove il paesaggio olivicolo, che circonda il paese, annovera esemplari senescenti, in alcuni casi plurisecolari, che trovano citazioni negli Estimi seicenteschi (es: la Villa o Borgofiorito). Questi esemplari rappresentano il residuo di antichi impiantati a maglia larga che definivano il “seminativo arborato ad olivi” (già detta anticamente “presa di terra lavorativa olivata”), oggi quasi del tutto scomparso dalle nostre campagne e sostituito dal più moderno “oliveto specializzato” con sesto d’impianto a maglia fitta. Durante la camminata potranno essere ammirati questi “patriarchi” dell’olivicoltura locale, insieme ad altri “segni storici” del paesaggio rurale che rimandano ad epoche lontane: Villa Mirabella, di impianto settecentesco; la croce stradale in località La Villa (con data dell’ultimo restauro: 1929); il cippo in pietra dei vecchi termini di confine fra il Comune di Rosignano Marittimo ed il comune di Collesalvetti (ante 1910); il sito dell’antichissima Pieve di S. Giovanni Battista in Camaiano (prima citazione 958), oggi ricordato da un crocifisso innalzato il 1 maggio u.s. dai membri del Parco Culturale di Camaiano; le case su podere edificate dalla Pia Casa della Misericordia con le pietre della suddetta diruta pieve (Podere Nuovo 1769, lo stesso Cappellese 1615, dove è previsto l’arrivo). Alla fine del percorso, presso l’agriturismo Cappellese, ci sarà una degustazione di pane, olio e prodotti tipici dell’azienda e del territorio. Ad accompagnare i partecipanti alla “Camminata” sarà presente il dott. Roberto Branchetti, agronomo ed esperto conoscitore del territorio. Nel percorso sono presenti due passaggi a guado (comunque non impegnativi): uno sul torrente Sanguigna ed uno sul Botro Riardo.

Itinerario

 Tempo di percorrenza: 3-3.5h
 Lunghezza del percorso: 4km
 Difficoltà: Media - Consigliate scarpe da trekking
 Luogo di partenza: Area parcheggio della frazione di Gabbro (loc. Miramare – Via delle Capanne)
 Orario di partenza: 9.00
 Info: s.ciompi@comune.rosignano.livorno.it
 Telefono: 0586 724506

Cerca la città dell'Olio
che partecipa alla
Giornata nazionale della Camminata tra gli Olivi